Profughi, Orban accontenta la Merkel: marea islamica in pullman verso la Germania

In Ungheria i “profughi” gridano Allah Akbar

“Non c’è alcuna tolleranza per per chi non rispetta la dignità delle altre persone”. Lo ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel che ha anche chiesto ai tedeschi di non prendere parte alle manifestazioni contro i profughi, secondo quanto riportano i media tedeschi.

Affrontare il problema dei rifugiati è “un compito nazionale, che – ha precisato Merkel – riguarda tutti” e che durerà per un lungo periodo di tempo, quindi “è necessaria flessibilità da parte della Germania”. E sulla situazione legata al massiccio arrivo di profughi: “Siamo in grado di gestirlo”

Il governo ungherese inviera’ quindi dei pullman per trasportare i migranti al confine con l’Austria. Lo ha annunciato il capo di gabinetto del premier ungherese, Viktor Orban. Centinaia di migranti stanno camminando lungo l’autostrada Budapest-Vienna per raggiungere l’Austria, diretti in Germania, che è la loro meta agognata.

“Questo non vuol dire che automaticamente potranno lasciare il Paese, stiamo aspettando la risposta del governo austriaco”, ha annunciato Janos Lazar, sottolineando che i pullman potrebbero portare i migranti al confine austriaco gia’ nelle prossime ore..

Il governo magiaro, che ha definito i migranti “una minaccia per l’Europa”, ha approvato lo stato d’emergenza e il Parlamento ha dato il via libera a nuove misure restrittive, con l’aiuto dell’estrema destra di Jobbik che non e’ riuscita a far passare l’ok all’invio di truppe ai confini. Tra le nuove misure sono previsti tre anni di carcere per chi oltrepassa il muro di filo spinato al confine con la Serbia.

I parlamentari hanno dichiarato lo “stato di emergenza per l’immigrazione di massa”, un provvedimento che permettera’ alla polizia e all’esercito di gestire i centri di detenzione nei campi di accoglienza e il processo di richiesta di asilo politico dei rifugiati. “Se non proteggeremo i nostri confini, decine di milioni di migranti arriveranno in Europa”, ha affermato il premier ungherese, “se permetteremo a chiunque di entrare, sara’ la fine dell’Europa, potremmo svegliarci una mattina e realizzare che siamo una minoranza nel nostro continente”.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -