Sorpreso a rubare viene accerchiato e invoca i Cc. Nomade salvo, ma in manette

Una notte davvero sfortunata per un ladro nel Modenese costretto a invocare niente di meno che il soccorso dei carabinieri. L’altra notte il rapinatore, con due complici, tutti e tre nomadi slavi, ha tentato un furto nella villetta di un ristoratore di Gorghetto, cercando di introdursi nell’abitazione con delle mazze. Il colpo però è fallito e l’uomo, costretto a rifugiarsi in terrazza, vedendosi circondato dalla vittima e dai suoi vicini, ha iniziato a gridare a gran voce: “Chiamate i carabinieri”. I militari sono giunti per portarlo via in manette: l’uomo era finalmente in salvo, ma privo della libertà.

I tre, provenienti da un vicino campo rom, intorno alle due di notte hanno provato a entrare nell’abitazione di un ristoratore: non avevano previsto, però, le inferriate che li hanno bloccati in terrazza. Il rumore da loro provocato, però, ha svegliato il padrone di casa e i suoi vicini e così, mentre due riuscivano a fuggire, il terzo si è ritrovato circondato da cittadini infuriati.

Allora lo sfortunato ladro prima ha cercato di salvarsi lanciando delle bottiglie sulla folla assiepata sotto il balcone, poi ha iniziato a invocare l’aiuto dei carabinieri. I militari sono giunti sul posto, lo hanno invitato a scendere dalla terrazza e lo hanno ammanettato. Con i ferri ai polsi, il rapinatore si sentiva decisamente più al sicuro.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -