Eu Nav non ha fermato neanche un trafficante, la Mogherini chiede altre navi

 

La missione navale Ue operativa nel Mediterraneo dal luglio scorso ha completato la sua prima fase, che consisteva nella raccolta di informazione attraverso un’attivita’ mirata di intelligence, ma ha anche “contribuito a salvare 1.500 persone quest’estate”. Lo ha ricordato a Lussemburgo l’alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica Mogherini, al termine della riunione informale dei ministri della Difesa.

“C’e’ un ampio consenso sulla necessita’ di cominciare ora la fase due dell’operazione”, ha aggiunto. La scorsa settimana, il comandante della missione Eu NavFor Med, Enrico Credendino, aveva proposto di passare a una fase operativa piu’ attiva, nelle acque internazionali e quindi senza che sia necessaria una risoluzione Onu. Attualmente sono quattro le navi impegnate nell’operazione: se in queste ultime settimane avessero avuto il mandato di farlo, ha spiegato Mogherini, avrebbero potuto colpire i trafficanti gia’ molte volte. “Un passaggio alla seconda fase, ci permetterebbe di farlo in modo efficace”, ha aggiunto il capo della diplomazia Ue, auspicando che la decisione possa avvenire “nelle prossime settimane”.

I ministri degli Esteri ne parleranno gia’ nei prossimi giorni, in occasione della riunione informale a Lussemburgo, e successivamente sara’ organizzata una riunione dei rappresentanti militari nazionali perche’ mettano a disposizione nuovi mezzi navali. (AGI)



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -