Vicenza: ragazzi aggrediti da nordafricani con catena di moto e machete

 

Aggiornamento

La polizia continua ad indagare sulla vicenda che assume sempre di più i connotati di una vera aggressione da parte di un gruppo di extracomunitari ai due giovanni che quelli di una rissa casuale dovuta all’abuso di alcolici. Intanto Il cerchio si sta stringendo attorno all’uomo fuggito dopo aver ferito il vicentino e la sua compagna. Si tratterebbe di una persona nota alle forze dell’ordine e già coinvolta in passato in un episodio di sangue avvenuto in città. Non ancora definite le accuse a suo carico.

Gli investigatori stanno cercando di capire se il furto della borsa sia avvenuto in maniera non premeditata o se invece si sia tratto di una rapina. Sono, comunque, agghiaccianti i particolari che trapelano dalle testimonianze. La 19enne che avrebbe dato via alla rappresaglia, per colpire l’atra ragazza all’interno del locale avrebbe utilizzato una catena da moto. In quanto al machete, l’arma sarebbe stato estratta dal ricercato, che fino a quel momento aveva attaccato con la lama di un cutter, dopo l’intervento di alcuni avventori sopraggiunti a dare man forte all’italiano colpito. Nella colluttazione, il nordafricano, si sarebbe fatto disarmare.

——————————

Vicenza, rissa nel bar: due feriti e spunta un machete

Sabato di sangue in centro a Vicenza, sono due i feriti della rissa (si è pi capito che era un’aggressione) scoppiata tra italiani e marocchini in un locale di contrà San Marcello, zona piazza San Lorenzo. Dopo che gli uomini delle volanti hanno ritrovato un machete abbandonato nella fuga da uno dei partecipanti, sulla vicenda indaga la squadra mobile.

Come riportato sulle pagine de Il Giornale di Vicenza, un gruppo di ragazzi nordafricani, ubriachi fradici, ha attaccato verbalmente alcuni italiani. La situazione è degenerata in fretta: prima sono volati i bicchieri, poi si è passati alle mani ed, infine, gli stranieri hanno estratto alcuni coltelli. Uno dei giovani brandiva un machete. Solo l’arrivo della polizia ha evitato che la rissa finisse in tragedia.

In ospedali sono finiti in due, una ragazza e un ragazzo, per entrambi la prognosi è stata di sette giorni. La giovane, oltre ad aver riportato alcune contusioni, è stata rapinata. Nel parapiglia, una ragazza le ha portato via la borsetta contenete i soldi e il cellulare. Il suo compagno è stato, invece, ferito alla spalla con un taglierino da un complicie della marocchina.

All’arrivo sul posto degli agenti il gruppo di stranieri si è dileguato. Le due vittime sono riuscite, però, a fornire una precisa descrizione dei loro aggressori. Si tratterebbe di una ragazza di 19 anni e di un suo amico, fuggito alla vista dei lampeggianti della polizia. La ragazza è stata denunciata. Ascoltati i testimoni, spetterà alla squadra mobile fare chiarezza sull’accaduto.

vicenzatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -