UE: procedura d’infrazione contro l’Italia se non identifica i clandestini

IMPRONTE DIGITALI : LA LETTERA DELL’UE INCHIODA LA RESPONSABILITA’ DI ROMA – Borghezio (Lega)

“Il nodo del mancato prelievo delle impronte digitali a decine di migliaia di clandestini da parte dei dilettanti allo sbaraglio del Governo italiano è arrivato al pettine della Commissione Europea! Infatti, con il richiamo contenuto in una severa lettera inviata da Bruxelles venerdì scorso a Roma, l’UE ha posto le basi per una prossima procedura di infrazione, ove Roma – come è prevedibile – non riesca a giustificare l’enorme divario fra il numero dei clandestini sbarcati in Italia davvero esorbitante e lo sparuto dato dei clandestini fotosegnalati e identificati attraverso i rilievi dattiloscopici.

Questa situazione, dovuta al buonismo idiota e irresponsabile dell’attuale dirigenza italiana, non può non indebolire l’Italia nel negoziato comunitario per la revisione del Principio di Dublino, proprio nel momento in cui, finalmente, persino il Governo della Signora Merkel apre in questo senso”.

 

Rovigo “sciopero delle impronte”, clandestini rifiutano di farsi identificare

Clandestini rifiutano l’identificazione, 4 agenti in ospedale



   

 

 

1 Commento per “UE: procedura d’infrazione contro l’Italia se non identifica i clandestini”

  1. Anche mio nipote di 8 anni aveva detto che dovevano essere schedati, e sti Buffoni, compreso i politi tutti del PD e NCD alleati a distruggere l’Italia B……..I, L…..I.

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -