“Terrorismo per conto dell’Isis”, 2 giornalisti di web Tv USA arrestati in Turchia

vice_news

 

Un tribunale di Diyarbakir, nel sud-est della Turchia, ha convalidato l’arresto di due giornalisti britannici dell’emittente del web Vice News, che ha sede negli Usa, accusati di “attivita’ terroristiche” per conto dell’Isis. Resta in carcere anche l’interprete dei due, un iracheno, mentre un quarto sospetto che era l’autista del gruppo e’ stato rilasciato.

I quattro erano stati fermati la settimana scorsa nella regione a maggioranza curda in seguito a una soffiata: avrebbero filmato senza autorizzazione e per questo gli agenti gli avevano confiscato l’attrezzatura. Tutti e quattro avevano respinto le accuse alla presenza dei loro avvocati.

Vice News, emittente in onda su Internet che produce video giornalistici di approfondimento, ha identificato i due giornalisti come Jake Hanrahan e Philip Pendlebury. Amnesty International (Soros) ha chiesto la liberazione dei reporter, ribadendo la preoccupazione che i media vengano presi di mira in una fase in cui Ankara e’ impegnata in una durissima offensiva anti-terrorismi che ha messo nel mirino soprattutto i separatisti curdi del Pkk. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -