Ruba un’auto, arrestato marocchino armato di fucile subacqueo con fiocina innestata

Ravenna – Sorpreso su un’auto rubata reagisce e picchia un agente: arrestato marocchino

E’ stato sorpreso da una pattuglia della Vigilanza di Quartiere della Polizia Municipale di Ravenna mentre armeggiava all’interno di un’autovettura in sosta, poi risultata rubata.

Un marocchino di 33 anni, domiciliato a Ravenna, è stato arrestato martedì mattina dopo un breve inseguimento iniziato in Largo Firenze. Alla vista delle divise l’uomo ha cominciato a piedi in direzione via Tombesi Dall’Ova. Prontamente inseguito dagli agenti è stato raggiunto in via Mazzini e tratto in arresto con la collaborazione degli agenti dell’Ufficio Polizia Giudiziaria, nel frattempo allertati, per il furto dell’autoradio del veicolo, detenzione di strumenti atti ad offendere (nella fattispecie un fucile subacqueo con fiocina innestata, pronta all’uso) nonché resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Uno degli operatori intervenuti, infatti, cercando di immobilizzarlo, tutelando anche l’incolumità di eventuali passanti, considerata la potenziale pericolosità dell’arma del 33enne, ha riportato lesioni guaribili in dieci giorni.

L’auto, di proprietà di un ravennate che ne aveva denunciato il furto lunedì pomeriggio, è stata immediatamente riconsegnata al proprietario, mentre si è proceduto a sequestrare penalmente gli oggetti illegalmente detenuti. L’extracomunitario, con diversi precedenti specifici, si trova ora nelle celle di sicurezza del Comando, in attesa del processo per direttissima fissato dal pubblico ministero Monica Gargiulo per la mattinata di mercoledì.

ravennatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -