Rimini: 20enne accoltellato da un albanese dopo una lite, è gravissimo

E’ ricoverato in rianimazione all’ospedale di Rimini, in gravissime condizioni, il giovane di 20 anni, originario di Cesena e residente nel riminese, accoltellato alla schiena attorno alle tre della scorsa notte in una discoteca all’aperto sulla spiaggia di Igea Marina, il “Becky Bay”, dopo una lite che ha visto anche l’intervento degli addetti alla sicurezza del locale.

Ancora da accertare il movente dell’aggressione: per la ricostruzione dei fatti, sono in corso indagini coordinate dalla procura di Rimini. I carabinieri, nell’immediatezza del fatto, hanno arrestato con l’accusa di tentato omicidio e porto abusivo di oggetti atti ad offendere un coetaneo del giovane di origine albanese, senza fissa dimora, incensurato: il giovane, che ha tentato di fuggire nella calca ma e’ stato bloccato, era in possesso di un coltello tipo ‘combattimento’, con una lama di 16,5 cm.

Il giovane italiano ferito era invece noto per piccoli precedenti legati agli stupefacenti. (AGI)



   

 

 

1 Commento per “Rimini: 20enne accoltellato da un albanese dopo una lite, è gravissimo”

  1. Mi spiace per il Ragazzo ricoverato, ma può essere che i Riminesi vogliono perdere il primato della città Rivierasca come la più bella, dell’Adriatico, io penso di si se non ci mettono riparo, a tutto quello che sta succedendo, bene si continuate a votare PD e i Turisti che sono venuti da oltre 7 anni a rimini amici miei quest’anno mi hanno detto che hanno chiuso con Rimini e mi sa tanto con l’Italia questi erano due coppie con relativi figli, be con la crisi sputateci sopra.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -