Casi in cui i media di regime “etnicizzano” fregandosene della Carta di Roma

Alla faccia dell’ipocrisia – Titolone a caratteri cubitali: Tre italiani aggrediscono un passante per rapina. UN MAROCCHINO lo soccorre

I media di regime, asserviti alla Carta di Roma e altre amenità xenofile, si attengono alla regola non scritta secondo cui non si dovrebbe indicare la nazionalità di chi compie un reato, che non si dovrebbe “etnicizzare”, come dichiara l’ex ministra Cècile Kyenge, nota paladina degli antirazzisti insieme al presidente Boldrini. (per conoscere gli antirazzisti clicca qui >>>)

Ovviamente tali regole, basate appunto sul nulla pneumatico, vengono puntualmente disattese in determinati rari casi….

E’ stato un marocchino di passaggio a soccorrere un uomo aggredito in strada da tre rapinatori. E’ successo lunedì sera a Torino. La vittima, un uomo di 54 anni, è stata aggredita in strada da tre giovani italiani che avevano appena forato con un coltello le ruote di quattro auto parcheggiate. Poi si sono scagliati su un passante ma, scoprendo che non aveva denaro con sé, lo hanno colpito con calci e pugni e gli hanno sottratto il borsello. Un marocchino di passaggio ha soccorso il 54enne e recuperato il borsello abbandonato poco distante. Poco dopo sono arrivate le volanti della polizia che hanno bloccato uno dei malviventi, un giovane di 22 che è stato arrestato per rapina e denunciato per lesioni personali e danneggiamento aggravato.

I due complici, di 22 e 32 anni, sono poi stati rintracciati in un appartamento nella notte e denunciati per gli stessi reati.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -