Anziani massacrati, Kyenge: “Il crimine non può essere etnicinizzato”

Condividi

 

kyenge

Cecile Kyenge, eurodeputata del Pd ed ex ministro dell’Integrazione, intervistata da Affaritaliani.it, sul caso del duplice omicidio dei coniugi di Palagonia.: “Noi (lei e chi?…, ndr) lavoriamo all’Onu mentre qualcuno resta sempre sul locale.”.

Sul caso di Palagonia la Kyenge afferma: “Mi dispiace per le persone morte e anche per la famiglia, mi dispace per quello che è successo, ma oggi se c’è un messaggio che noi politici dobbiamo far passare alla popolazione che ci ascolta è che il crimine non può essere etnicinizzato. (Ah no? Tre italiani sgozzati dagli immigrati in poco piu’ di un mese, ndr) .

In questo momento è chiaro che la morte di due persone care è una brutta cosa e di fronte a questo fatto faccio le mie condoglianze alla famiglia delle vittime. Ma al di là del dolore il mio impegno politico è quello di far capire alla popolazione che ogni persona risponde delle sue responsabilità che non può essere generalizzata a una comunità o a una categoria di persone. Chiunque delinque deve rispondere davanti alla legge, che sia italiano o straniero. La resposanbilità di un atto criminale riguarda la persona. Dobbiamo quindi uscire da questa polemica e da questa strumenatalizzazione per dare risposte che non possono essere quelle di governare l’immigrazione facendo paura alla popolazione.”

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -