Polonia, ritrovato treno nazista carico d’oro. Ministero Cultura: “sicuri al 99%”

 

 

È ufficiale, mistero risolto. Dopo 70 anni sarebbe davvero stato ritrovato il treno tedesco carico d’oro, gemme e armi che alla fine della Seconda guerra mondiale era sparito in Polonia senza lasciare tracce. La conferma arriva dal viceministro alla Cultura Piotr Zuchowski, sottolineando tuttavia che per ora non si ha la certezza di cosa ci sia davvero a bordo.

“Siamo sicuri al 99% che quel treno esiste. Sono state visionate delle fotografie geo-radar sulle quali è stato possibile individuare piattaforme e cannoni. Dopo aver visto i dettagli posso dire che si tratta sicuramente di un treno blindato. Se qualcuno ha mai visto immagini di treni blindati della seconda guerra mondiale potrà confermare quanto sto dicendo”.

Il ritrovamento sarebbe stato possibile perché il luogo in cui era stato nascosto il ‘mitico’ convoglio è stato rivelato poco prima di morire da un uomo che ha partecipato nel 1945 all’azione di occultamento.

Ora i due ricercatori, un polacco e un tedesco, che hanno annunciato il ritrovamento del treno, chiedendo il 10% del valore del presunto “tesoro” in cambio di tutte le informazioni e i particolari.

Le forze armate tedesche nel 1945, durante la ritirata, caricarono su un treno parte di un grande bottino destinato a rientrare a Berlino. Il convoglio però scomparve tra i monti dalle parti di Walbrzych al confine tra Polonia e Repubblica Ceca. Da allora partì la caccia al tesoro.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -