Capotreno preso a pugni da extracomunitari senza biglietto diretti alle spiagge

Un capotreno e un controllore delle Fs aggrediti da viaggiatori in due episodi diversi in Toscana nelle ultime ore quando chiedevano il biglietto a extracomunitari, i quali non hanno cmpreso che in Italia, chi non ha i soldi per il viaggio, se ne sta a casa o va a piedi.

A Campiglia (Livorno) il capotreno di un convoglio Pisa-Roma è stato colpito a pugni da un gruppo di stranieri diretti alle spiagge. A polizia e carabinieri gli altri viaggiatori hanno impedito di individuare gli aggressori.

Ieri in stazione a Firenze un controllore è stato preso per il collo e colpito da un viaggiatore. ansa



   

 

 

2 Commenti per “Capotreno preso a pugni da extracomunitari senza biglietto diretti alle spiagge”

  1. Quello che già avevo pronosticato, questi delinquenti stanno prendendo piede grazie ai Politici del PD che li difendono e la Caritas e Coop che gli dicono il contrario di come comportarsi, altro pronostico che non andrà alle lunghe sarà lo scontro tra i Clandestini e gli Italiani organizzati dai Politici del PD B…….i, V……….i.

  2. AL TEMPO DEL FASCISMO ; UNICO MEZZO DI TRASPORTO ERA IL TRENO PIù VELOCE DELLA “DILIGENZA” IO NON CAPIVO COME MAI DIETRO AL CONTROLLORE DELLE F.S. VI ERA UNO DELLA M.V.S.N. CON TANTO DI “CATENELLE E MOSCHETTO.” OGGI SIAMO LIBERI.; DI MORIRE AMMAZZATI ANCHE NEL LETTO DI CASA PROPRIA.!
    E’ BENE CHIARIRE ; NON SONO UN NOSTALGICO DEL FASCISMO “LE CAROGNE CERANO” … MA SI DORMIVA A PORTE E FINESTRE APERTE.!
    LA POLITICA LA LASCIO AI BENPENSANTI.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -