Video – “Preoccupati prima della tua gente!”, Merkel contestata ad Heidenau

 

La cancelliera tedesca, Angela Merkel, ha iniziato tra le contestazioni da parte di un centinaio di residenti la visita al centro di accoglienza per rifugiati di Heidenau che è stato oggetto di violenze di gruppi di estrema destra.

“Preoccupati prima della tua gente!”, le ha urlato una persona, mentre Merkel entrava nel centro tra severe misure di sicurezza. Tra quanti hanno protestato per la sua visita ci sono anziani e famiglie con bambini. La cancelliera ha salutato e non ha fatto dichiarazioni, prima di entrare. Con lei ci sono il governatore della Sassonia, Stanislaw Tillich, e il sindaco di Heidenau, Juergen Optiz.

La polizia presidia il vicino centro commerciale, riadattato per accogliere sino a 600 migranti e che è diventato operativo alla fine della scorsa settimana. Gli abitanti dell’area hanno protestato e nel fine settimana centinaia di persone radunate dal partito di ultradestra Npd hanno tentato di impedire con la forza l’ingresso ai bus che trasportavano i richiedenti asilo .Il blocco è degenerato in scontri con la polizia, in cui i contestatori hanno lanciato pietre, bottiglie e petardi causando il ferimento di più di 30 agenti.

Nelle ultime settimane gli attacchi contro l’immigrazione selvaggia si stanno moltiplicando in Germania, in parallelo all’aumento del numero dei rifugiati in arrivo. Secondo il ministero dell’Interno, sono stati 200 gli attacchi contro i centri di accoglienza nei primi sei mesi del 2015. Tra essi, anche incendi come quello di lunedì a Nauen, nell’est del Paese.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -