Allerta febbre del Nilo: due persone ricoverate a Lodi

 

febbre-niloDue persone sono state ricoverate a Lodi dopo esser state colpite dalla febbre del Nilo occidentale, virus trasmesso dalle zanzare culex pipiens, originarie dell’Egitto ma molto diffuse in Italia.

I due sono ora ricoverati nel reparto di malattie infettive e tropicali dell’ospedale di Sant’Angelo Lodigiano. Si tratta dei primi casi accertati in provincia di Lodi ma altri episodi si erano già verificati nelle vicine province di Pavia, Cremona e Mantova.

I pazienti – che a quanto si apprende non avevano soggiornato all’estero – erano arrivati nei giorni scorsi in ospedale in gravi condizioni, con la febbre alta e in stato confusionale: gli esami radiodiagnostici e sierologici hanno poi accertato la presenza del virus.

LA FEBBRE DEL NILO – Se non viene individuata, la malattia può essere vissuta dal paziente come una normale influenza, ma nei casi più gravi può portare a encefalite, coma e morte.

I SINTOMI – I sintomi della febbre del Nilo sono febbre, cefalea frontale, mal di gola, mialgia, congiuntivite, dolori gastrointestinali e un esantema dalla forma rubeolica o maculopapulosa, limitato al torace.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -