Riccione: Rissa tra spacciatori egiziani e albanesi, tre 18enni accoltellati

 

IL CENTRO DI RICCIONE INSANGUINATO DA 8 BABY PUSHER (17-20 ANNI) CHE SI PRENDONO A COLTELLATE PER IL CONTROLLO DELLO SPACCIO: UNO FINISCE ‘CON LE BUDELLA IN MANO’
TUTTI ARRESTATI: QUATTRO COMASCHI DI ORIGINI ALBANESI CONTRO QUATTRO EGIZIANI, TRA CUI UNO ARRIVATO SU UN BARCONE E PASSATO PER IL CENTRO DI ACCOGLIENZA DI CROTONE. PROPRIO LUI, DUE ORE PRIMA DELLA RISSA ERA STATO IDENTIFICATO E DENUNCIATO PER INOTTEMPERANZA AL FOGLIO DI VIA. E POI, COME PREVEDE LA LEGGE, RIMESSO IN LIBERTÀ

 

(AltaRimini) Sono stati dimessi e trasferiti in carcere due dei tre diciottenni di Como feriti nella rissa con quattro magrebini la scorsa notte in piazzale Roma a Riccione, sulla spiaggia libera dietro il palco di Radio DeeJay. La prognosi per loro è di 20 e 15 giorni. Il terzo diciottenne è ricoverato con prognosi riservata dopo aver subito un intervento chirurgico all’addome.

Illeso e solo denunciato il quarto ragazzo di Como, uno studente di 17 anni. I quattro, due italiani e due nati in Italia da genitori albanesi, tutti senza occupazione, erano arrivati a Riccione qualche giorno fa per le vacanze e raggiungere la zia di uno di questi alloggiata in hotel della Perla Verde. I quattro amici però in Riviera non hanno mai preso alloggio in albergo e gli investigatori sospettano che siano giunti a Riccione con l’intenzione di guadagnarsi le ferie spacciando.

Al diciottenne più grave la polizia ha trovato addosso 5 grammi di marijuana. Quando la notte scorsa i quattro si sono posizionati in piazzale Roma è scattata la rissa con i magrebini, che rivendicavano tutta per loro la zona di spaccio. Grazie alle immagini della videosorveglianza del Comune in poche ore è stato possibile ricostruire la dinamica. Ritrovati in spiaggia due coltelli insanguinati lasciati cadere dai magrebini prima della loro breve fuga.

spacciatori-riccione



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -