Germania: due centri profughi dati alle fiamme, ira della Merkel

Ancora un rogo contro i profughi in Germania, a un centro di accoglienza in via di allestimento in un vecchio edificio che è andato quasi del tutto distrutto nel Baden Wurttenberg.

 

Nella notte fra sabato e domenica, era stato dato invece alle fiamme da estremisti di destra un centro di Heidenau, in Sassonia.

Indignata la reazione univoca del governo di Angela Merkel.

Così il vicecancelliere tedesco Sigmar Gabriel: “Questi estremisti non hanno nulla a che vedere con la Germania. Non è questo il paese che vogliamo. Credono di rappresentare la germania quando in realtà essi stessi sono quanto di meno tedesco esista”

Il centro di Weissach am Tal, non lontano da Stoccarda, era invece fortunatamente ancora vuoto e nessuno è rimasto ferito.  EURONEWS

Merkel – “Le violenze contro i rifugiati in Germania, a Heidenau, sono inaccettabili”. Lo ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel, in conferenza stampa a Berlino a fianco del presidente francese François Hollande. “E’ una vergogna – ha proseguito – che anche famiglie partecipino e sostengano questo tipo di manifestazioni. Vorrei ripetere che la Germania rispetta la dignità di ogni persona”. Inoltre, Merkel ha assicurato: “Cercheremo di agire e speriamo lo faccia anche la maggioranza delle persone”.



   

 

 

1 Commento per “Germania: due centri profughi dati alle fiamme, ira della Merkel”

  1. Ah ah ah la kulona e i suoi compari sono indignati……cominciano a preoccuparsi per le loro poltrone ma soprattutto per le loro kia..e !

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -