Germania: due centri profughi dati alle fiamme, ira della Merkel

Ancora un rogo contro i profughi in Germania, a un centro di accoglienza in via di allestimento in un vecchio edificio che è andato quasi del tutto distrutto nel Baden Wurttenberg.

 

Nella notte fra sabato e domenica, era stato dato invece alle fiamme da estremisti di destra un centro di Heidenau, in Sassonia.

Indignata la reazione univoca del governo di Angela Merkel.

Così il vicecancelliere tedesco Sigmar Gabriel: “Questi estremisti non hanno nulla a che vedere con la Germania. Non è questo il paese che vogliamo. Credono di rappresentare la germania quando in realtà essi stessi sono quanto di meno tedesco esista”

Il centro di Weissach am Tal, non lontano da Stoccarda, era invece fortunatamente ancora vuoto e nessuno è rimasto ferito.  EURONEWS

Merkel – “Le violenze contro i rifugiati in Germania, a Heidenau, sono inaccettabili”. Lo ha dichiarato la cancelliera tedesca Angela Merkel, in conferenza stampa a Berlino a fianco del presidente francese François Hollande. “E’ una vergogna – ha proseguito – che anche famiglie partecipino e sostengano questo tipo di manifestazioni. Vorrei ripetere che la Germania rispetta la dignità di ogni persona”. Inoltre, Merkel ha assicurato: “Cercheremo di agire e speriamo lo faccia anche la maggioranza delle persone”.



   

 

 

1 Commento per “Germania: due centri profughi dati alle fiamme, ira della Merkel”

  1. Ah ah ah la kulona e i suoi compari sono indignati……cominciano a preoccuparsi per le loro poltrone ma soprattutto per le loro kia..e !

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -