Francia, attentatore del treno: Non sono un terrorista. Gli “eroi” americani: è vero

francia_eroi_treno

 

Mentre gli inquirenti francesi e belgi si concentrano sempre più sulla posta jihadista per l’attacco sul treno Amsterdam-Parigi, l’assalitore (che ha cittadinanza americana) continua a negare di essere un terrorista e a sostiene di aver avuto solo intenzione di fare una rapina. “Non capisce perché questa storia abbia avuto un tale rilievo, è molto sorpreso – racconta il suo avvocato al quotidiano Le Parisien – Nega qualsiasi dimensione terroristica nel suo gesto, una cosa così lo farebbe quasi ridere…”.

Gli “eroi” americani (CIA?) L’assalitore che ha tentato di aprire il fuoco sul treno Amsterdam-Parigi “non aveva alcun addestramento su come utilizzare le armi da fuoco. Se avesse saputo come utilizzarlo (il kalashnikov, ndr.), come servirsene, avrebbe saputo come inserire i caricatori, noi non saremmo qui, e così anche diverse altre persone”. Sono queste le parole in conferenza stampa di Alek Skarlatos (Guardia Nazionale), uno dei due militari americani che hanno bloccato Ayoub El Qahzzani prima che potesse agire.

L’altro  eroe è Spencer Stone dell’aviazione Us,  membro della US Air Force di stanza alle Azzorre mentre Skarlatos, 22 anni, era tornato a luglio da una missione in Afghanistan con la Guardia nazionale. I casi della vita!

Intanto il responsabile dell’attacco sul treno Thalys parlando con la polizia ha negato di essersi recato in Turchia e in Siria come sostengono i servizi segreti spagnoli e sostiene che a Bruxelles gli siano stati rubati i documenti di identità. La farsa è completa



   

 

 

1 Commento per “Francia, attentatore del treno: Non sono un terrorista. Gli “eroi” americani: è vero”

  1. Chi organizza la propaganda in USA, probabilmente deve pensare che qui in Europa, siamo come gl’americani, tutti dei creduloni: questa sceneggiata è palesemente un’operazione di propaganda pro-USA unici baluardi contro il “terrorismo” ma, sgangherata ed infantile, come la trama di un B-movie statunitense.
    Ah, ecco, in sintesi, la trama: “Un ‘eroico’ aviere statunitense e i suoi amici disarmano un ‘terrorista’ marocchino mentre ‘fa fuoco’ con un AK-47 sui passeggeri di un treno in Francia” nei cestini della spazzatura di Hollywood se ne trovano di più credibili.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -