Germania: scontri per l’arrivo dei migranti, molotov contro la polizia

 

L’arrivo di migranti ha scatenato violente proteste nella città di Heidenau, non lontano da Dresda, nell’est della Germania. Una manifestazione pacifica contro i richiedenti asilo è ben presto degenerata quando qualche centinaio di estremisti di destra si è scontrato con la polizia. I manifestanti hanno lanciato pietre e bottiglie molotov, le forze dell’ordine hanno reagito con lancio di lacromogeni. Trentuno agenti sono rimasti feriti.

Circa 250 migranti, arrivati con pullman, sono stati alloggiati in un centro d’accoglienza dopo che l’ordine è stato ripristinato.
Sono frequenti le proteste in Germania nell’anno in cui il Paese sta ricevendo il più alto numero di richieste d’asilo degli ultimi tempi. Il ministero dell’Interno le calcola in 800 mila, quattro volte di più del 2014.

germania-proteste



   

 

 

2 Commenti per “Germania: scontri per l’arrivo dei migranti, molotov contro la polizia”

  1. Patrioti contro gli invasori;ogni popolo europeo ha il diritto e il dovere di ribellarsi contro questa infame invasione supportata e organizzata dalla feroce dittatura UE!

  2. Ora perché è successa una piccola rivolta in Germania subito la merkel ha fatto una riunione con il presidente della Francia per prendere provvedimenti …prima però quando l’Italia chiedeva aiuto hanno dato un po di soldi ma di fatto ci hanno lasciato il problema a noi confinanti con la Libia… e renzi …muto..! Vogliamo essere rispettati da questa Europa della Merkel altrimenti usciamo e facciamo da soli…

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -