India: arrestati clandestini nigeriani diretti in Pakistan per unirsi a Isis

La Nigeria vuole fare chiarezza sulla possibilita’ che dei suoi cittadini arrestati in India fossero pronti a unirsi alla lotta armata dell’Isis. Un tema molto delicato per la nazione piu’ popolosa e la principale economia dell’Africa, alle prese con il terrorismo interno di Boko Haram.

terroristi-nigeriani

 

L’ambasciata nigeriana a New Delhi ha scritto una lettera ufficiale al ministero degli Esteri indiano per chiedere di vedere i due connazionali arrestati recentemente mentre stavano cercando di raggiungere il Pakistan, attraverso il Punjab, privi di documenti e senza i necessari permessi di viaggio. I due, Imran Kabeer e Sani Jamiliu, sono accusati dalle autorita’ indiane di voler raggiungere il Pakistan per unirsi ai militanti dell’Isis.

L’ambasciata della Nigeria ha scritto la sua lettera per “appurare se i due arrestati sono davvero cittadini nigeriani e, nel caso, verificarne le reali intenzioni”. In base alle informazioni fornite dalle autorita’ locali, Imran Kabeer e Sani Jamiliu sono originari della citta’ settentrionale nigeriana di Kano, ed entrambi sono residenti in India da un anno con un visto rilasciato per perfezionare i loro studi universitari. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -