Turchia: esplosione e spari davanti al palazzo del Governo, 2 arresti

Colpi d’arma da fuoco sono stati esplosi davanti all’ingresso del palazzo di Dolmabahce a Istanbul. Lo riferiscono i media turchi, secondo alcuni dei quali e’ esplosa anche una bomba, ma questa seconda notizia non e’ al momento confermata. La polizia ha arrestato due persone trovate in possesso di armi automatiche. Secondo i media locali non ci sono vittime. La strada e’ stata chiusa al traffico e ambulanze hanno raggiunto la zona.

Secondo l’agenzia Dogan, l’obiettivo dell’attacco erano polizioti che presidiavano l’entrata del palazzo, che ospita anche un ufficio del premier, Ahmet Davutolgu, che oggi si trova ad Ankara.-

La Cnn Turk ha riferito che i due uomoni sono stati arrestati nei pressi del consolato tedesco, a circa un chilometro dal luogo dell’attacco. L’ingresso dello storico palazzo, centro amministrativo dell’impero ottomano, con una sola dependance ancora riservata al presidente della Repubblica, e’ stato bersagliato da colpi d’arma da fuoco sparati da due persone. I due assaltanti sono stati poi arrestati poco lontano.
Nessun ferito, mentre l’intera zona e’stata chiusa al traffico.

I sospetti sono per il momento rivolto nei confronti dei brigatisti comunisti del Dhck-p, gia” autori di un’attentato dalle modalita’ simili, avvenuto bello stesso luogo lo scorso dicembre. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -