Riminese accerchiato e derubato in pieno giorno da una banda di senegalesi

 

Tanta paura, lunedì mattina, per un 20enne riminese che, a Riccione, è stato accerchiato e derubato da un gruppo di  extracomunitari. Tutto è successo in pieno giorno, verso le 8.30, in piazzale Roma quando, la vittima, è stta avvicinata dalla banda con uno degli stranieri che gli ha chiesto e ottenuto una sigaretta mentre, gli altri, lo hanno circondato approfittando di un attimo di distrazione per sfilargli il borsello, contenete 100 euro, per poi allontanarsi.

Il 20enne, accortosi di essere stato borseggiato, si è ribellato chiedendo la restituzione del maltolto ma, il più corpulento della banda, lo ha affrontato intimandogli di smettere di lanciare false accuse accusando ‘ingiustamente’ il gruppo permettendo, ai complici, di allontanarsi.

La vittima, spaventata, ha comunque avuto la prontezza di chiamare la polizia di Stato che è arrivata in piazzale Roma con una pattuglia. Gli agenti sono riusciti a bloccare due extracomunitari, entrambi senegalesi, che al termine degli accertamenti sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso. I due, portati in Questura, saranno processati per direttissima.

riminitoday.it



   

 

 

6 Commenti per “Riminese accerchiato e derubato in pieno giorno da una banda di senegalesi”

  1. Il problema è che qualche rincoglionito di giudice gli farà una romanzina e tutto finisce lì. Questi episodi, saranno in futuro la regola.

  2. E arieccoci di nuovo, VOLEVO CHIEDERE GENTILMENTE AL DIRETTORE MANOCCHIA, SE POSSIBILE PUÒ FARE AVERE QUALCHE COPIA AI POLITICI CHE FANNO FINTA DI NON SAPERE QUELLO CHE SUCCEDE, e che hanno il barbaro coraggio di dire che sono brava gente, Alfanno non esulta di questi barbari, questi sono sempre clandestini lo volete capire si o no Incapaci! mi piacerebbe sapere la sentenza di queste persone, ma già ho un presentimento e non solo io lo si sa, va a finire a tarallucci e vino, e questi sicuri che tanto sono appoggiati dai politici anche dal vaticano e di tanti factotum x interessi personali la prossima faranno peggio.

  3. “Processati per direttissima”cioè subito rimessi in libertà,giusto in tempo per la prossima rapina.

  4. OCCORRE FINIRLA DI LAMENTARSI SI DEVE FARE UNA GRANDE MANIFESTAZIONE ,SI DEVE CAMBIARE IL GOVERNO.SE NON FACCIAMO NULLA DOBBIAMO SOLO DIRE MEA CULPA.

  5. SONO QUELLI SALVATI .???

  6. QUALE GRAZIA DI DIO;. AVEVANO PROPRIO BISOGNO DI TANTA CULTURA.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -