Mortara, “c’è del maiale nell’apertitivo”: musulmano spacca i bicchieri

Ai carabinieri, intervenuti al bar Lucky di corso Torino a Mortara nella tarda serata di mercoledì, aveva riferito di essere stato ferito da un colpo di bottiglia al mento. Sempre secondo il suo racconto, a lanciarla sarebbe stato un collaboratore del titolare, come lui cinese di 29 anni, risultato però completamente estraneo ai fatti.

Come scrive IL GIORNO, in realtà infatti le cose sono andate in modo molto diverso. L’unica parte del racconto del magrebino che ha trovato riscontro è stata la modalità del suo lieve ferimento. A procurare ad A.T., 46 anni, marocchino pregiudicato residente a Mortara, un taglio al volto sono state effettivamente delle schegge di vetro, ma che lui stesso aveva gettato a terra. Più singolare ancora è stata la ragione per la quale l’extracomunitario ha perso la calma: l’uomo infatti pretendeva che tra gli stuzzichini del suo apertivo non ci fosse alcun prodotto realizzato con carne di maiale, che i musulmani non consumano, perché ritenuto impuro.

Un così attento rispetto della religione non aveva trovato però analoga applicazione nel consumo di alcol, pure probito dell’Islam, aspetto del quale il marocchino non sembrava però curarsi più di tanto. Accompagnato in ospedale l’uomo è stato medicato dai medici del Pronto soccorso della struttura mortarese e dimesso con una prognosi di 10 giorni. Subito dopo però l’uomo ha dovuto fare i conti con la legge: per lui sono scattate le denunce a piede libero per i reati di violenza privata, danneggiamento, false dichiarazioni oltre alla violazione delle norme sull’immigrazione. I militari hanno infatti appurato che l’uomo si trova in Italia come clandestino.



   

 

 

3 Commenti per “Mortara, “c’è del maiale nell’apertitivo”: musulmano spacca i bicchieri”

  1. Clandestino?Orrore!Mai pronunciare quella brutta parola!Tutt’al più”richiedente asilo”!(E’più politicamente corretto!)

  2. Ma a questo clandestino, non gli piace il maiale non gli piace il crocefisso,non potrebbe bere alcol secondo sua tradizione però lo schicchero gli piace e se lo fa, mi domando che ca22o ci e venuto a fare in Italia, chi ca22o lo ha chiamato, speriamo che lo cacciano a calci nel sedere, e di questi barbari ne siamo pieni, però fateci caso i principali artefici di questi abusi, i PDioti tutti tacciono, Renzi non dice una sola parola come Alfano e come i lacchè e factotum dentro il PD, tacciono per la gente italiana alla fame e sfrattate che dormono per strada nessuno di questi D………..i dicono nulla x loro ci sono solo i Clandestini forse sicuramente x qualche ritorno di d…….o!!!!!!!!

  3. il Maiale è messo nel Corano. come da noi mangiare il venerdi il pesce,nIENTE CARNE.! ===il miale nel periodo caldo > prima che era ingrassato con la ghiandE< nessuno lo mangiava (ora con altro tipo di alimentazione non fà male come allora. ! ed poco quantità si mangia- .

    Nei paesi caldi fà venire il calcitroma agli occhi ecc… un medico può dire più di me. Nel Corano sono proibiti anche i vini – UBRIACHI LI ABBIAMO DA GETTARE NELLE FOSSE.! il Corano fà comodo come paravento.!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -