Emergency, Cecilia Strada: “Con Maroni mi imbarazza essere lombarda”

Emergency

 

“SONO imbarazzata di essere un cittadino della Lombardia dopo gli attacchi di Roberto Maroni e della Lega contro gli immigrati. Chi fa parte delle istituzioni non può comportarsi così”.

Cecilia Strada, presidente della holding Emergency e figlia di Gino Strada, fondatore dell’organizzazion, non ci sta. Dopo la minaccia della Regione di tagliare i fondi ai Comuni che accoglieranno nuovi profughi, accusa apertamente il governatore: “Non sa cosa è il buon governo. Dimostra una totale mancanza di senso di umanità e sposa una retorica spicciola solo per prendere quale voto in più”.

Così dichiara Cecilia Strada in un’intervista su Repubblica

Emergency, l’associazione umanitaria che fattura come una multinazionale



   

 

 

2 Commenti per “Emergency, Cecilia Strada: “Con Maroni mi imbarazza essere lombarda””

  1. può andare benissimo ad abitare a Cuba, nessuno la rimpiange…e in valigia ci metta anche suo padre tanto per colmare la misura.-

  2. visto un simile mentore, io mi vergogno di essere italiano. Parlano di 49 vittime, ma gli altri 300 e passa raccattati dov’erano ? Forse che 3 o 5 scafisti possono tenere in pugno circa 400 persone? Vergogna italia, ! magistratura, governo complici di alto tradimento nei confronti della nostra Patria

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -