Milano multiculturale: cingalese spezza le ossa alla moglie, violenza inaudita

Il marito la picchia a sangue: donna scappa su un cornicione a Milano

 

Pisapia

Ha preferito rischiare di cadere nel vuoto piuttosto che continuare a subire le sue violenze. Ha deciso di scappare, dopo anni di silenzio e abusi.

Per salvarsi dall’ennesima aggressione del marito, che le ha letteralmente spaccato le ossa, lunedì pomeriggio una cingalese di trentaquattro anni si è rifugiata sul cornicione al primo piano del proprio appartamento. Ma neanche questo gesto disperata l’ha salvata dal pestaggio del compagno, Fernando D., un connazionale di trentasette anni arrestato dalla polizia per maltrattamenti.

L’episodio, l’ultimo di una serie infinita di violenze, è avvenuto in uno stabile di viale Illirico. La donna è stata avvistata da una vicina mentre era in equilibrio precario sul cornicione. Urlava “mi ammazza”, riferendosi al marito geloso che l’aveva picchiata e che ha continuato a colpirla una volta rientrata.

All’arrivo della polizia, la donna era in strada che cercava ancora disperatamente di scappare dal marito, che è stato bloccato e arrestato.

La vittima ha spiegato agli agenti che le violenze andavano avanti ormai quotidianamente da almeno sei anni. L’ultima in ordine di tempo domenica scorsa, quando il marito l’aveva costretta a restare quattro ore in ginocchio mentre lui la picchiava davanti ai figli di cinque e quattordici anni.

Una vita fatta di violenza e abusi, quella della trentaquattrenne, che l’otto febbraio scorso – ormai stremata – aveva cercato di uccidersi bevendo dell’acido. Agli stessi agenti che hanno posto fine al suo incubo, ha raccontato che non aveva mai trovato il coraggio di denunciare il marito, temendo altre botte e ritorsioni.

La donna è stata trasportata al Policlinico con ferite al volto, contusioni e fratture alle ossa: ne avrà per quasi un mese.

milanotoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -