Venezia: senza casa da 5 mesi, disabile tenta di darsi fuoco

Venezia – Minaccia il suicidio a Ca’ Farsetti oggi 7 agosto 2015

Un gesto estremo ed eclatante, dopo che per l’ennesima volta le sue richieste di aiuto si sono scontrate contro la burocrazia. Non è casuale la scelta di un disabile che venerdì mattina poco dopo le 12 ha minacciato il suicidio al piano terra di Ca’ Farsetti, cospargendosi di benzina e annunciando l’intenzione di darsi fuoco. Accendino in mano. Poco prima aveva chiesto per l’ennesima volta un contributo alla macchina comunale.

Subito le persone presenti nella struttura si sono radunate intorno all’uomo, F.P., 53 anni, non nuovo a proteste anche a mezzo stampa, come per esempio quando chiese la possibilità di ottenere un posto barca riservato ai disabili a Ca’ Farsetti. Tra gli altri, lo stesso sindaco Luigi Brugnaro ha intavolato una trattativa nel tentativo di farlo ragionare. Il veneziano infatti ha inscenato l’estrema forma di protesta per reclamare un alloggio per sé e la propria compagna, a quanto pare costretti a vivere in una barca dopo essere retrocessi nella graduatoria per l’assegnazione di un appartamento. “Da cinque mesi non ho altro posto dove dormire – racconta – da quando a dicembre il mio socio è scappato con tutti i soldi. Gestivo un ristorante a Murano, ma quando le cose andavano bene i miei parenti si facevano sentire. Ora invece non abbiamo più nessuno”.

.veneziatoday.it

Letti, materassi e mobili gettati in strada: protesta dei presunti profughi

Letti, materassi e mobili gettati in strada: protesta dei presunti profughi in hotel



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -