Il tragico sbarco palermitano, la polizia arresta 5 scafisti

scafisti-arrestati

 

 

Con violenza tenevano fermi i migranti durante la lunghissima traversata che si è trasformata in tragedia. Con l’accusa è di immigrazione clandestina, omicidio plurimo aggravato e favoreggiamento, la polizia ha arrestato cinque cittadini stranieri, algerini, tunisini e libici, sbarcati ieri pomeriggio nel porto, dalla nave militare irlandese ‘Le Niamh’, insieme ad altri 362 migranti. Sono ritenuti dagli investigatori gli scafisti del barcone naufragato mercoledì nel Canale di Sicilia. In carcere sono finiti gli algerini Ali Rouibah, 24 anni, e Imad Busadia, di 23; i libici Suud Mujassabi, 21 anni, Abdullah Assnusi, di 24 e il tunisino Shauki Esshaush, di 21 anni.

Gli arrestati avrebbero causato la morte accertata di 26 migranti e quella presunta di circa 200, che, a dire dei testimoni, sarebbero rimasti rinchiusi all’interno dell’imbarcazione che si è rovesciata. Gli inquirenti hanno ascoltato per tutto il pomeriggio di ieri i superstiti appena sbarcati, e dopo avere raccolto diverse testimonianze sono scattate le manette. I cinque avrebbero rivestito ciascuno un ruolo ben preciso: uno di questi comandava con l’ausilio di altri due il natante. Gli altri si occupavano di controllare i migranti, impedendo loro di muoversi, utilizzando per questo anche forme di violenza.

palermotoday.it

Dall’imbarcazione era giunto un s.o.s.  con un telefono satellitare alla Capitaneria di Catania. Nawal Soufi (fotografata anche con Greta e Vanessa), la marocchina - nota attivista anti-Assad -  che a Catania si dedicherebbe all’assistenza degli immigrati e che al cellulare riceve decine di richieste di soccorso dalle imbarcazioni dei clandestini, ha riferito che in una chiamata pervenutale in tarda mattinata si chiedeva assistenza da un barcone con a bordo circa 600 persone.

greta-Nawal-Soufi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -