Borseggiatrici nomadi tentano di schiaffeggiare un ferroviere, lui le prende a calci

Ha strappato gli applausi ieri pomeriggio, mercoledì 5 agosto, un ferroviere che in stazione, alla Spezia, ha preso a calci due borseggiatrici nomadi pronte a salire a bordo.

Sceso dal Freccia Bianca per controllare i passeggeri che salivano e scendevano, il dipendente delle ferrovie ha subito notato i due volti noti del furto a bordo carrozza. Il ferroviere – per altro, non un ragazzino – si è scagliato contro le due nomadi, che stavano già puntando un gruppetto di succose e ignare turiste, per allontanarle a suon di urla. Una ha provato a dargli uno schiaffo, così il tenace uomo delle ferrovie le ha rispedite nel sotto passaggio a forza di calci nel sedere, tra gli applausi dei presenti. Lo riporta il Secolo XIX. (6 agosto)



   

 

 

4 Commenti per “Borseggiatrici nomadi tentano di schiaffeggiare un ferroviere, lui le prende a calci”

  1. 10 e lode al Ferroviere, tutti dovremmo prendere esempio da questo signore e non da chi predicano bene e razzolano male.

  2. Ha fatto bene questo ferroviere a prenderle a calci nel sedere, loro non si devono permettere di rubare o di aggredire un funzionario delle ferrovie che sta facendo il suo lavoro.

  3. Sono contro ogni manifestazione violenta e razzista! Si svivola facilmente nella persecuzione! Basterebbe , come bei paesi civili, avere accesso alle stazioni con un pass ad hoc per il viaggio che devi fare! Attenzione ITALIOTI. …TRA POCHISSIMO POTRESTE ESSERE VOI OGGETTO DI GRANDE PERSECUZIONE ….

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -