Putin all’inviato turco: «Dì a Erdogan di andare all’inferno con l’Isis»

putin2

 

da al manar

Il presidente russo Vladimir Putin ha rotto i protocolli diplomatici ed ha personalmente convocato l’ambasciatore turco a Mosca, Ümit Yardim, e lo ha avvertito che la Federazione russa è intenzionata a rompere le relazioni diplomatiche, immediatamente, a meno che il presidente turco, Recep Tayyip Erdoğan fermi il supporto ai terroristi dell’Isis in Siria, dove la Russia mantiene la sua ultima base navale nel Mediterraneo. Lo ha riferito la FNA.

Il sito web di notizie di AWD, citato da Moscow Times, ha segnalato che il presidente russo, presumibilmente, ha avuto una discussione con Yardim, criticando la politica estera turca e il suo ruolo malevolo in Siria, Iraq e Yemen sostenendo i terroristi di al-Qaeda. Il colloquio è poi degenerato con l’ambasciatore turco in una polemica feroce.

Anche il sito web Repubblican ha riferito che, secondo le informazioni ottenute dal Moscow Times, l’incontro tra Putin e l’ambasciatore turco è stato pieno di risentimento reciproco dove Yardim ha respinto tutte le accuse russe, dando la colpa alla Russia per la guerra civile prolungata in Siria.

«Puoi dire al tuo presidente dittatore che può andare al diavolo con i suoi terroristi dell’Isis e renderò la Siria un’altra grande Stalingrado per Erdogan e i suoi alleati sauditi che non sono meno crudeli di Adolf Hitler», ha risposto Vladimir Putin, dopo 2 ore discussione ed aver messo alla porta l’emissario turco.

Putin ha continuato dicendo che il suo paese non abbandonerà il legittimo governo siriano e collaborerà con i suoi alleati, in particolare Iran e Cina, per trovare una soluzione politica alla guerra interminabile in Siria.

[Trad. dall’inglese per ALBAinformazione di Francesco Guadagni]


   

 

 

9 Commenti per “Putin all’inviato turco: «Dì a Erdogan di andare all’inferno con l’Isis»”

  1. Grande PUTIN…ma devi dare una lezione ai BANDITI YENKEE, soliti provocatori , arraffatori dei beni altrui….ottimo, via i turchi, amici degli yenkee e i loro protetti dell’ ISIS….il mondo torna in pace!

  2. Putin è il Presidente di una grande Nazione e lo difende in ogni senso, politico, economico e militare se necessario. È un Presidente che molti altri dovrebbero imitare, ma non lo fanno perché sono deboli in ogni senso. In parole povere hanno bisogno di altri, appoggi e consensi, per decidere su certe cose di vitale importanza per il proprio Paese.

  3. PUTIN SEMPLICEMENTE IL MIGLIORE

  4. Magari è ciò che pensa ed è il trattamento che meriterebbe Erdogan ma si tratta di una notizia falsa messa in giro dai nemici di Putin per danneggare le relazioni russe con Turchia e Arabia saudita. Putin è troppo diplomatico e intelligente per abbandonarsi a simili sfoghi che sarebbero unicamente controproducenti. Basta vedere con quale saldezza di nervi sta respingendo le provocazioni americane e atlantiste da oltre due anni

  5. Il coraggio nella giustizia

  6. sei un grande PUTIN!nessuno lo dice ma è evidente il doppio gioco della Turchia, qui in Europa i governi fanno ciò che conviene al America anche contro gli interessi propri e del umanità.ad eccezione degli Inglesi.i giornali scrivono quello che gli conviene scrivere..

  7. Antonella falorni

    Se si potesse dare carta bianca a Putin come stiamo facendo con Obama
    sicuramente l’emergenza terrorismo sarebbe molto più marginale
    Russia Israele e l’incubo Isis farebbe molta meno paura

  8. grandissimo presidente.. viva lo zar di tutte le russie… viva Putin.

  9. Maria Grazia Perotti

    Parole Sante!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -