Milano: albanese abbandona il figlio in stazione e sparisce

 

Gli ha messo il passaporto in tasca ed è andato via. Lo ha lasciato lì, a due passi dalla stazione, senza soldi né cibo.

Un uomo di origini albanesi, non ancora identificato, durante l’ultimo weekend ha abbandonato il figlio quindicenne in strada a Milano, costringendo il ragazzino a dormire due notti in Centrale senza mangiare.

L’adolescente, in difficoltà dopo quarantotto ore allo sbando, ha fermato una signora e le ha fatto capire di aver bisogno di aiuto. La donna lo ha portato al servizio accoglienza immigrati della Caritas di via Galvani e da qui è stata chiamata la polizia.

Agli agenti, con l’aiuto di un interprete, il quindicenne è riuscito a spiegare di essere sbarcato a Bari insieme al padre e di essere poi arrivati a Milano, sempre insieme, con un autobus. A quel punto, secondo il racconto del ragazzino, il genitore sarebbe sparito nel nulla, lasciandolo da solo in città.

Di lui si sono poi occupati la signora, gli operatori della struttura e gli agenti. Il padre per ora non è stato ancora rintracciato. Indaga la polizia.

milanotoday.it



   

 

 

1 Commento per “Milano: albanese abbandona il figlio in stazione e sparisce”

  1. quanto amore . affetto. di culture diverse ci portano in Italia.!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -