ONU e UE impediscono le elezioni in Somalia nel 2016

somalia-elezioni

 

La comunita’ internazionale ha confermato che non si svolgeranno le elezioni in Somalia nel 2016, quando termina il mandato dell’attuale governo di transizione. E’ quanto emerge al termine del vertice a Mogadiscio del ‘Foro di collaborazione di alto livello’ che comprende tra gli altri Onu, Unione Europea, Stati Uniti, Inghilterra e Amisom, la missione dell’Unione Africana in Somalia.

Il vertice, durato diversi giorni e terminato oggi, era stato convocato proprio per verificare la possibilita’ di indire le elezioni generali nel Paese, destinate a essere la prima consultazione davvero democratica in quasi 50 anni di storia.

Le organizzazioni internazionali, e gli Stati membri del ‘Foro’, hanno invece appurato che il principio “di una persona-un voto”, “non sara’ attuabile” nel 2016. Tuttavia, gli enti internazionali si sono impegnati “immediatamente” a iniziare un processo di consultazione per definire un processo elettorale che crei le condizioni per garantire un trasferimento di poteri nel 2016.

“Il processo elettorale del 2016″, ha spiegato l’Onu, “deve rappresentare un miglioramento rispetto al 2012 ed essere un trampolino verso le elezioni universali”. La decisione del Foro arriva a una settimana dalla presa di posizione di governo e parlamento somali secondo i quali le elezioni del 2016 non si sarebbero dovute svolgere per ragioni di sicurezza e problemi nell’approntare i registri degli aventi diritto al voto. agi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -