Marino: a Roma troppi migranti, servono piu’ risorse

Marino: “A Roma troppi migranti: non abbiamo né strutture né risorse per loro”

 

Marino-Buzzi e Nieri

Troppi migranti e Roma non riesce ad accoglierli. E’ questo il concetto espresso dal sindaco Marino, ascoltato dalla Commissione parlamentare di inchiesta sui migranti. A Roma “c’è un sovraffollamento” legato alla presenza degli immigrati “e di recente, partecipando a una riunione convocata dal ministro dell’Interno, ho sottolineato come Roma, che è la seconda città d’accoglienza sui flussi delle persone che arrivano sulle coste, non ha la possibilità di accogliere il 18-20 per cento delle persone che arrivano in Italia: non abbiamo le strutture per poterlo fare nè le risorse economiche”, ha detto il sindaco davanti a Gennaro Migliore.

“Quando nel 2013 ci fu il naufragio con la morte in mare di oltre 360 persone – ha continuato il sindaco – dissi che Roma era pronta a accogliere i 155 sopravvissuti: pensavamo fosse un segnale importante da dare al paese su una questione che non penso sia un problema, ma una sfida straordinaria del nostro secolo per il nostro Paese”.

Marino ha poi sottolineato la necessità di “avere abbastanza risorse per i mediatori culturali, per sottrarre persone a rischi di comportamenti criminali. Purtroppo in molti luoghi a questi spostamenti di persone per disperazione si associa anche una vera e propria tratta di esseri umani e uno sfruttamento inaccettabile. Credo che tutto questo debba essere visto in una visione d’insieme: è una sfida che deve affrontare un Paese e un continente”.

In ogni caso sull’accoglienza dei migranti, ha concluso Marino, “credo che sia assolutamente auspicabile una revisione della normativa e del Fondo nazionale per le politiche e servizi dell’asilo. Auspico fortemente un’accoglienza molto più dignitosa e umana e sono convinto che questa sfida continuerà”.

romatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -