Verona: staccata la corrente al campo nomadi “Rubavano le forniture”

Verona, Tosi stacca la corrente al campo nomadi: “Rubavano le forniture”

VERONA – Stamattina il sindaco di Verona Flavio Tosi ha organizzato un vero e proprio blitz al campo nomadi comunale di Forte Azzano, nella periferia sud della città, per staccare le linee elettriche abusive.

Dagli accertamenti condotti dalla municipalizzata Agsm, è emerso che uno solo degli ospiti del campo (dove risiedono circa settanta persone) era allacciato con un regolare contratto di fornitura. Tutti gli allacciamenti abusivi sono stati sradicati dai tecnici. Tosi ha poi spiegato:

Avevamo la certezza che ci fossero diverse utenze allacciate in maniera irregolare e per questo siamo intervenuti, rimuovendo i quadri elettrici abusivi e lasciando l’unica utenza regolare presente in tutto il campo, per impedire che ulteriori furti di energia possano verificarsi.

“In un momento di crisi economica come quello attuale – ha aggiunto Tosi – con molti cittadini ed aziende che faticano ad arrivare alla fine del mese e quindi a pagare le bollette, è ancor più inconcepibile che qualcuno rubi la corrente”. Per quanto riguarda le presenze all’interno del campo nomadi, il sindaco ha ricordato che “chi vuole restare, deve sottoscrivere il regolamento approvato dal Consiglio comunale, che prevede fra l’altro l’assenza di condanne rispetto ad alcune tipologie di reato e l’obbligo della scolarizzazione dei figli; chi non accetta questo regolamento non potrà avere l’allacciamento alla corrente elettrica”.

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -