Presunto profugo ubriaco tenta di accoltellare il titolare dell’hotel

Gli episodi di violenza all’interno delle strutture che ospitano i profughi stanno aumentando in modo preoccupante.

L’ultimo episodio è avvenuto a Capaccio, in provincia di Salerno. Un clandestino, ospitato nella struttura d’accoglienza per presunti profughi, ha tentato di accoltellare il titolare del centro. Solo l’intervento dei carabinieri ha evitato il peggio.

Il 32enne, M.B., originario del Gambia aveva discusso in modo violento con gli altri ospiti, come racconta ottopagine.it, “El Pueblo” in via Hera, nel piccolo centro del salernitano. Per sedare la rissa è intervenuto il titolare del centro profughi e il gambese ha tentato di accoltellarlo.

Il giovane tra qualche giorno sarebbe stato trasferito a Napoli. L’uomo avrebbe problemi con l’alcol e nell’ultimo mese sarebbe stato trasporatato più di una volta al Sert di Agropoli. Gli operatori credevano che il gambese fosse guarito, ma ieri sera ha avuto un altro raptus di follia. Durante la furiosa lite, l’uomo sarebbe stato fermato dal titolare della struttura, Giuseppe Leone. A questo punto l’extracomunitario avrebbe reaggito male. Ha preso un coltello da cucina e avrebbe minacciato il titolare. Leone ha allarmato le forze dell’ordine. I carabinieri hanno ammanettato il giovane. L’uomo era palesemmete ubriaco, ora è in stato di fermo. Il gestore del centro è ancora scosso per quanto accaduto. La struttura era nato come un villaggio turistico, per poi essere trasformata in un centro di accoglienza per profughi. Adesso dopo questo episodio, di certo, il titolare avrà qualche dubbio sulla scelta che ha fatto qualche tempo fa. il giornale



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -