Perugia, espulsi 3 clandestini pericolosissimi: uno è stato arrestato 40 volte

 

Altri tre pericolosi stranieri hanno dovuto dire addio alla città per fare ritorno a casa loro. Lontano da Perugia. Per tutti si è reso necessario un provvedimento di espulsione con accompagnamento immediato, disposto dal Questore Carmelo Gugliotta.

Andiamo con ordine. H.M., tunisino del ‘71, era stato denunciato più volte a Perugia nel 2011-2012; poi di lui si erano perse le tracce e non si era più visto in città. E’ stato rintracciato dai Vigili Urbani in città alla guida di un’auto senza patente e condotto in Questura. Qui la scoperta: negli ultimi anni era stato arrestato tre volte per spaccio di stupefacenti ad Ancona, dove si era trasferito. Per lui un immediato viaggio al C.I.E. da dove verrà rimpatriato nei prossimi giorni.

E ancora: E. C. M. , marocchino, del 70. Per lui l’uscita dal carcere (dove era rinchiuso per essere tornato a Perugia dopo l’espulsione) è coincisa con l’immediato viaggio al C.I.E. da dove verrà rimpatriato nei prossimi giorni.

In ultimo, ma non per ordine di importanza, E. J. S. , tunisino, del 78 , uscito da Capanne ieri (giovedì 30 luglio) dove era stato rinchiuso da un anno e mezzo per il cumulo delle sue ultime tre condanne per spaccio di stupefacenti. E.J.S. è un recordman: tra gli spacciatori più noti della città, ha collezionato in 19 anni di presenza sul territorio nazionale una quarantina di arresti per spaccio in 8 diverse città italiane. Negli ultimi anni si era stabilito a Perugia dove è stato ripetutamente coinvolto nelle principali operazioni contro il piccolo spaccio. Sapeva bene che ieri la sua scarcerazione sarebbe coincisa con l’espulsione e negli ultimi giorni di detenzione è arrivato a ferirsi per evitare la cacciata. Ma nulla. Ieri, comunque, dopo che ha scontato la detenzione delle condanne subite, ha affrontato un viaggio con scorta di 800 km e in nottata ha raggiunto un C.I.E. per essere rimpatriato quale misura di sicurezza.

perugiatoday.it



   

 

 

5 Commenti per “Perugia, espulsi 3 clandestini pericolosissimi: uno è stato arrestato 40 volte”

  1. Noo!Perdere siffatte risorse!Che ne sarà delle nostre pensioni?E poi questi portavano”sapere e conoscenza”nonchè”umanità e bontà!Che peccato!

  2. Spingere indietro tutte le barche e gli immigrati clandestini e inviare tutti quelli già qui di nuovo nei loro paesi

  3. Finalmente una buona notizia, però ci sono voluti oltre 40 arresti, Signori Giudici mi rivolgo a voi per sapere se non si potrebbero accorciare gli arresti a 1 o due e poi rimpatriarli? in ogni qual modo si è trovata la seconda mosca bianca ossia questo giudice ONESTO e corretto verso gli Italiani, con la speranza che questi delinquenti che debbono essere rimpatriati che anno raggiunto il C.E.I. non vengano rimessi in libertà da ……, parlare male è peccato ma più delle volte ci si azzecca.

  4. ARRESTATO 40 VOLTE.? “COME VIVE – DOVE VIVE – QUALI DIRITTI HA PER RISIEDERE IN ITALIA.? … AMMESSO CHE NE ABBIA, UNA DEVE RAGGIUNGERE IL PRIMATO DI 50ARRESTI PER ESSERE ESPULSO.?

    • Alla mia precedente; 40 arresti(?) con l’epilogo dal Giudice e per fini procedurali l’obbligo du esseree assistito da avv Nominato d’Ufficio.- Tanto paga “pantalone!!

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -