Istat: Record disoccupazione giovanile al 44,2%. RENZI: risultati incoraggianti

Il numero di disoccupati in Italia aumenta dell’1,7% (+55mila) su base mensile. Dopo il calo nel mese di aprile (-0,2 punti percentuali) e la stazionarieta’ di maggio, a giugno il tasso di disoccupazione cresce di 0,2 punti percentuali rispetto al mese precedente, arrivando al 12,7%. Lo rileva l’Istat.
Nei dodici mesi il numero di disoccupati e’ aumentato del 2,7% (+85 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,3 punti percentuali.

Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioe’ la quota di giovani disoccupati sul totale di quelli attivi (occupati e disoccupati) e’ pari a giugno al 44,2%, in aumento di 1,9 punti percentuali rispetto al mese precedente. Lo comunica l’Istat, sottolineando che dal calcolo del tasso di disoccupazione sono esclusi i giovani inattivi, cioe’ coloro che non sono occupati e non cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perche’ impegnati negli studi. La disoccupazione giovanile e’ la piu’ alta dall’inizio delle serie storiche dell’Istituto dal 1977.

RENZI – I dati Istat sull’occupazione dimostrano che “c’è ancora molto da fare”, ma confermano anche che “la direzione è quella giusta”. Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi, in conferenza stampa a palazzo Chigi: “Il dato complessivo sull’occupazione continua ad avere aspetti positivi e poi negativi”.

“Con il Jobs act – ha precisato – abbiamo un po’ stimolato, abbiamo fatto un grandissimo investimento. Ma l’occupazione è l’ultima cosa che riparte dopo un periodo di crisi. I dati che vediamo sono ancora timidi, ma incoraggianti

Insomma, “il quadro è ancora molto lontano da quello che vogliamo ma la direzione è quella giusta. Si è passati dal segno meno al segno più, anche sul lavoro, ma c’è ancora moltissimo da fare”. Va notato, ha concluso, che “crescono sia i disoccupati che gli occupati. Gli inattivi tornano a crederci, quelli che erano sfiduciati, rassegnati, tornano a crederci. Un indice di una piccola ripartenza”.

D’Attorre (Pd): annientamento dell’Italia programmato. Da Monti a Renzi tutto scritto

L’ammissione di D’Attorre (PD) – da Monti a Renzi Tutto Scritto ,  la disccupazione non deve diminuire.  Non deve andare sotto il 12%, scritto NERO SU BIANCO NEL DEF. Il jobs act serve a solo per abbassare i salari. Non ci sarà nessuna ripresa perché così è deciso.



   

 

 

1 Commento per “Istat: Record disoccupazione giovanile al 44,2%. RENZI: risultati incoraggianti”

  1. Per queste notizie i coglioni non esultano, non dicono niente si perché sono Italiani, grazie ai buffoni di competenza e chi li votano.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -