Conetta: profughi nella base, poliziotti costretti a fare bisogni fisiologici all’aperto

Sindacato di polizia Ugl: “Niente bagni per noi alla base militare di Conetta”

 

base-conetta

“Costretti a fare i bisogno all’aperto perché non possiamo lasciare il presidio fisso”. Il segretario regionale dell’Ugl, sindacato di polizia, Mauro Armelao se la prende con la Prefettura per il modo in cui vengono trattate le forze dell’ordine a Cona, dopo che venerdì scorso sono state trasferite alcune decine di profughi nella ex base militare di Conetta: “La cosa che ci lascia senza parole, è che, nessuno di questi manager pubblici e politici, si siano chiesti, considerata la posizione della base che si trova praticamente in aperta campagna, dove andranno a fare i propri bisogni fisiologici le forze dell’ordine?“.

Un problema che secondo il sindacato potrebbe essere risolto attraverso il posizionamento di quattro wc chimici con compreso servizio di pulizia giornaliero, oltre che a un container con aria condizionata e riscaldamento (visto che non è ancora dato sapere per quanto i profughi rimarranno a Conetta).

“Durante il giorno, c’è per fortuna un ristorante li vicino, utilizzato per consumare i pasti che gentilmente “ospita” i colleghi che hanno bisogno di andare al bagno – spiega Armelao – ma a tarda sera e di notte, dove è tutto chiuso, come si fa? Il posto fisso non si può abbandonare e quindi vi lascio immaginare, bisogni fisiologici come natura vuole, tutto all’aria aperta. Ringraziamo prefetto, questore e sindaco che si preoccupano della nostra salute. Come al solito – attacca – la politica nazionale e locale e le istituzioni provinciali hanno pensato solamente all’accoglienza dei profughi e a far sistemare al meglio la base, ma nessuno che abbia pensato a far collocare dei wc chimici per il personale in servizio di vigilanza fissa e continuativa. Questa la consideriamo l’ennesima vergogna di Stato. Forze dell’ordine trattate peggio dei profughi”. Il segretario Armelao ha annunciato un “sopralluogo sindacale” alle 15 di mercoledì.

veneziatoday.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -