Libia: condannato a morte Saif al-Islam, figlio di Gheddafi

SAIF-AL-GADDAFI

 

Saif al-Islam Gheddafi, figlio dell’ex rais libico Muammar Gheddafi, è stato condannato a morte per fucilazione. Lo ha riferito al-Jazeera. Con lui sono stati condannati alla stessa pena anche altri esponenti di alto rango fedeli a Gheddafi, destituito nel 2011.

Tra loro Abdullah Senussi, che fu capo dell’intelligence. Sono accusati di crimini di guerra e di aver represso le  proteste  durante la rivoluzione (organizzata dagli USA per eliminare Gheddafi)

Attualmente è detenuto nel carcere di Zintan, a 180 km a sud-ovest di Tripoli, e la milizia che lo detiene rifiuta di consegnarlo al governo centrale. L’ultima volta che era comparso in tribunale era il 27 aprile, in video conferenza dalla prigione. Il processo era iniziato ad aprile 2014, prima dello scontro tra fazioni rivali che ha portato il Paese a nuove fratture e creato due governi paralleli a Tobruk e Tripoli.

Il processo, avviato nell’aprile dello scorso anno, è stato criticato da organizzazioni per i diritti umani. Inoltre, è ancora da risolvere una disputa con il Tribunale penale internazionale dell’Aja sulla giurisdizione del caso di Saif al Islam.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -