Violenta un ragazzino disabile al parco: trans brasiliano denunciato

 

MILANO – Sembra che la storia dell’orrore raccontata da quei due ragazzini sia vera e che quell’approccio e quelle molestie descritte da un ragazzino siano accadute davvero. Un transessuale brasiliano di ventidue anni è stato denunciato dalla polizia con l’accusa di violenza sessuale per aver molestato un sedicenne disabile in un parco pubblico di Pero, in provincia di Milano.

Teatro delle molestie, secondo quanto ricostruito da chi indaga, sarebbe stata l’area verde in via Sempione, angolo Maria Cristina, nel centro della cittadina milanese. La violenza sarebbe avvenuta mercoledì 22 luglio, poco dopo le dieci di sera. Il trans, stando alla ricostruzione della polizia, avrebbe avvicinato il ragazzino disabile e un suo amico, che erano seduti su una panchina del parco. Uno dei due giovani, spaventato, si sarebbe immediatamente allontanato, mentre il sedicenne – che soffre di problemi psicomotori – sarebbe rimasto lì, immobile.

A quel punto, il ventiduenne avrebbe cominciato a baciarlo e a toccarlo, invitandolo a seguirlo in un punto più appartato del parco. A chiedere l’intervento della polizia, mercoledì sera, sarebbero stati proprio il sedicenne e il suo amico, che hanno subito raccontato l’accaduto agli agenti. I poliziotti, grazie anche ad alcune testimonianze, sono riusciti ad individuare ed identificare il brasiliano. L’uomo è stato ora denunciato all’autorità giudiziaria per il reato di violenza sessuale. (da MilanoToday)

today.it



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -