Attentati in Camerun: chiuse moschee e scuole islamiche nel nord

YAOUNDE’- Le autorità del nord del Camerun hanno ordinato la chiusura di moschee e scuole islamiche dopo una serie di attentati kamikaze che hanno lasciato sul terreno decine di morti.

I bambini devono anche andar via dai luoghi pubblici, ha detto il governatore Midjiyawa Bakari, poiché tutti i kamikaze avevano meno di 18 anni.

Almeno 20 persone sono rimaste uccise in un attentato suicida attribuito ai militanti islamici in Camerun. Lo rende noto le autorità locali. Mentre i feriti secondo i media sarebbero una sessantina. L’attacco di ieri sera ad un famoso locale notturno a Maroua arriva pochi giorni dopo altri episodi di violenza attribuiti a Boko Haram che hanno provocato la morte di almeno 20 persone. A compiere l’attacco kamikaze è stata una ragazza adolescente imbottita di esplosivo r fatta esplodere, rende noto la Cnn, che cita fonti militari e testimoni senza precisare l’età dell’attentatrice.



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -