Armi letali USA in Ucraina potrebbero finire nelle mani sbagliate

In caso di consegna delle armi letali all’Ucraina da parte dei Paesi occidentali, potrebbero finire nelle mani sbagliate, ritiene l’analista britannico Andrew Monaghan.

 

ucraina-army

I politici ucraini, in particolare il primo ministro Arseniy Yatsenyuk e il presidente Petr Poroshenko, costantemente chiedono ai Paesi occidentali di fornire armi letali a Kiev, tuttavia non vale la pena assecondare le loro richieste, ritiene l’analista inglese Andrew Monaghan.

Le forniture di armi in Ucraina non aiuteranno il Paese “a difendersi meglio”, contrariamente alle rassicurazioni delle autorità ucraine, crede Monaghan.

“Le forniture di armi letali in Ucraina sono una cattiva idea per diversi motivi. Le armi occidentali non migliorerebbero le capacità di combattimento dell’esercito ucraino. Il problema principale è che le forze armate negli ultimi 20 anni sono peggiorate continuamente. Ciò è dovuto alla qualità e quantità delle munizioni, anche se nel 1991 l’esercito era uno dei più forti al mondo, così come allo scarso sostegno da parte del governo,” — commenta l’esperto britannico.

L’analista inglese ritiene che l’instabilità economica, sociale e politica in Ucraina siano altri motivi importanti per non fornire armi letali a Kiev. In particolare lasciano grandi domande e dubbi le mosse dei battaglioni paramilitari di volontari.

“E’ ora che gli Stati Uniti imparino le lezioni delle sue esperienze passate dopo le fornitura di armi in regioni instabili e sconvolte dal conflitto. In queste regioni gli eventi cambiano rapidamente e velocemente, pertanto le armi potrebbero cadere nelle mani sbagliate, se gli interessi o gli alleati cambiano schieramento. Per esempio in Afghanistan i talebani, in Iraq e Siria ISIS, hanno avuto accesso alle armi USA per poi usarle contro gli stessi americani,” — l’analista riporta la sua pragmatica conclusione.

it.sputniknews.com



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -