Svezia: sinistra antirazzista contro il gay pride “è islamofobo!”

La cultura di sinistra in Svezia è entrata in uno stato di confusione maggiore del solito dopo che un gruppo nazionalista di destra ha organizzato una marcia del gay pride attraverso un quartiere musulmano.

Jan Sjunnesson, ex redattore capo del Samtiden, giornale di destra dei Democratici di Svezia, ha organizzato il Pride Järva  a Stoccolma- che sarà caratterizzato da una marcia di uomini che si baciano – passando attraverso i quartieri di Tensta e Husby, abitati in prevalenza da musulmani.

gay-pride

Gli organizzatori hanno detto che non c’era nessun codice di abbigliamento, aggiungendo: “Si potrebbe cogliere l’occasione per abbronzare la pancia e le gambe al sole”

Tuttavia, i soliti ringhiosi arrabbiati di sinistra, insieme a sedicenti attivisti dei diritti gay (che non hanno MAI protestato per tutti i poveri gay gettati giu’ dai palazzi dall’Isis)  hanno denuncianto che la marcia dell’orgoglio progettata dalla destra è “xenofobia” e “razzismo puro”.

Mentre invece tollerano tranquillamente che gli islamici siano omofobi e non ammettano i gay pride nei quartieri a maggioranza musulmana. Ok, tutta coerenza, tipico della sinistra. C’è chi puo’ essere omofobo e chi no.

isis-gay

Ovviamente i parassiti disturbatori, com’è nelle abitudini dei comunisti, hanno organizzato una contro-manifestazione sostenendo che il Järva Pride “mette due gruppi oppressi, gay e islamici (oppressi gli islamici???) uno contro l’altro.”

Il gruppo per i diritti gay RFSL, finanziato dai contribuenti, ha preso le distanze dalla marcia dell’orgoglio, accusandola di promuovere il razzismo e il privilegio bianco, mentre alcuni attivisti chiedono addirittura  che gli organizzatori siano arrestati per “incitamento all’odio”. Anche in Svezia i compagni sono democratici e non perdono occasione per dimostrarlo….

Come direbbe Ernesto Micetich, dall’immonda casta politica sinistra al caviale non proviene altro che una cloacale cacofonia di grugniti funesti sbavati contro l’intelligenza delle persone per occultare dietro la scusa meschina della solidarietá umanitaria la scellerata intenzione di distruggere i nostri valori, le regole, il concetto di Patria permettendo a orde di milioni di intrusi stranieri di invaderla impunemente e a altrettanti orde che non solo hanno perso il senso e la Ragione, ma anche la loro sessualità e identità .

 

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -