Padova, prefetto: casette per i profughi nell’ex base militare di Bagnoli

profughi-bagnoli

 

“Troveremo delle soluzioni abitative più confortevoli e più durature che magari costituiscano un investimento per la struttura stessa che potrà essere destinata ad un utilizzo comunale una volta non usata più per accoglienza”. Lo ha annunciato il prefetto di Padova Patrizia Impresa parlando dell’ipotesi di un hub provinciale nell’ex base missilistica a Bagnoli di Sopra, nel Conselvano, per l’accoglienza dei profughi.

Il prefetto ha descritto l’opzione di Bagnoli come “una fase successiva che vada oltre la tendopoli che era scelta per la fase emergenziale, sia attraverso casette prefabbricate che con ristrutturazioni degli immobili esistenti”. Il prefetto ha poi annunciato di voler chiudere il centro di accoglienza allestito all’ex caserma Prandina di Padova “tra 15 giorni-un mese, probabilmente alla fine di agosto”.

Padova, Prefetto: “Profughi non in caserme dismesse, ma in quelle in uso”

BITONCI: “MAI PIÙ TENDOPOLI A PADOVA”. “Noi a Padova abbiamo già dato e qui stiamo ospitando molto più che in altre zone. Ovviamente ogni sindaco pensa al proprio territorio, quindi non sta a me indicare altre zone”. Lo ha detto il primo cittadino di Padova, Massimo Bitonci, commentando l’ipotesi dell’hub provinciale per l’accoglienza dei profughi a Bagnoli. “Io ho ribadito il mio no a questa sistema di accoglienza – ha continuato – ho fatto il massimo come sindaco di Padova, ognuno ha il suo ruolo: il loro è un ruolo governativo, io sono stato eletto per difendere i miei cittadini e l’accordo trovato è a favore dei padovani. Lo dico ufficialmente: a Padova non ci sarà più nessuna tendopoli né ipotesi di utilizzo di altre strutture”.

padovaoggi.it



   

 

 

1 Commento per “Padova, prefetto: casette per i profughi nell’ex base militare di Bagnoli”

  1. Ma di cittadini con bambini a seguito, malati, invalidi sfrattati non ne parlate mai? poi sempre con il ritornello profughi, questi sono CLANDESTINI per l’ 80% e sono qui per delinquere stuprare, picchiare anche la polizia,e rubare, bravi a questi co……i, ma il prefetto perchè non pensa ai cittadini Italiani sopraelencati? e già dimenticavo che qui si sta mandando all’aria tutto quello che i nostri Padri e i nostri Nonni hanno creato in secoli di storia e di sacrifici con migliaia di morti per difendere l’Italia ora sono arrivati quatto c…i e stanno distruggendo tutto era meglio che ci fossero bombardati con una bomba atomica almeno non si soffriva, che Vergogna assistere alla fine di una civiltà distrutta da politici Incapaci e Arroganti Comunisti Dittatori !!!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -