Immigrati, Boldrini: basta alla “grande imprenditoria della paura”

Dopo che il 17enne Ismaele Lulli è stato appena crocifisso e sgozzato da due islamici albanesi, la Boldrini (che quando si tratta dei morti italiani ha il cuore di granito) non ha fatto passare neanche qualche giorno (PER RISPETTO)  prima di riprendere il solito indegno mantra pro-immigrazione.

boldrini

La presidente della Camera, dice basta alla “grande imprenditoria della paura” davanti all’arrivo dei migranti in Italia. “Chi prende facili applausi nei talk show con gli slogan ha mai fatto una proposta concreta su come affrontare la situazione oltre a quelli di fare affogare gli immigrati?”, chiede Boldrini intervenendo durante la trasmissione di Radio 3 ‘Fahrenheit’ e sottolineando la necessità di “trovare soluzioni” che vadano oltre l’emergenza.

“Capisco il disagio di chi vive attorno ai grandi centri di accoglienza che impattano troppo sul territorio”, ha aggiunto Boldrini, per la quale bisogna “strutturare l’accoglienza dei migranti in modo sotenibile”.”Il dato drammatico delle morti in mare scuote le coscienze di tutti noi – ha proseguito – . L’Italia poteva dire ‘che anneghino’, lo poteva fare, invece sono felice che non l’abbia fatto e abbia sollecitato l’Europa a non farlo. (Però ha lasciato che in soli sei mesi 121 suicidi per motivi economici)

In caso contrario saremmo andati incontro a un processo di disumanizzazione”. Boldrini ha inoltre sottolineato che i flussi di immigrati “non diminuiranno finchè aumenteranno conflitti”: “Se non ci fossero le guerre non ci sarebbero pressioni”.



   

 

 

1 Commento per “Immigrati, Boldrini: basta alla “grande imprenditoria della paura””

  1. Signora ma che le guerre come dice lei chi le sta facendo? e chi le foraggiano, sicuramente lei lo sa, detto questo che cosa ci entriamo noi con le guerre, inoltre questi che arrivano gratis in Italia sono Clandestini all’ 80 x % solo una minima parte scappano dalle guerre, fateci un bello elenco di che nazionalità sono chi arrivano clandestinamente in Italia e quanti ne sono, però aggiungerei che lei come ministra in particolarmente donna, non ha fatto nulla e non sta facendo nulla per i cittadini Italiani non ha speso mai una parola per gente che si è suicidata non perché ha ammazzato qualcuno e si e pentito tutt’altro e sicuramente lo sa il perché, anche per difendere dagli stupri e violenze che subiscono le donne giornalmente fatti dai clandestini, nessuno ne parla e nessuno sta facendo nulla, tacete tutti e fate gli gnorri, per voi ci sono solo i clandestini e poi se rimane qualche briciola la date agli Italiani.
    Io mi vergognerei!

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -