Vince il terrorismo islamico, Charlie Hebdo: “Mai piu’ vignette su Maometto”

 

Charlie Hebdo non pubblicherà mai più vignette e caricature su Maometto. A sei mesi dall’attentato alla rivista satirica costato la vita a dodici persone, il direttore Laurent Sourisseau getta la spugna: “Abbiamo fatto il nostro lavoro, abbiamo difeso il diritto alla satira. Ora spetta ad altri prendere il testimone”.

In un’intervista al giornale tedesco Stern, Sourisseau ha spiegato: “Abbiamo disegnato Maometto per difendere il principio che puoi disegnare ciò che vuoi”.

Quindi lancia una stilettata al mondo dell’informazione: “E’ un po’ strano: si aspettano da noi l’esercizio di una libertà d’espressione che nessuno osa più esercitare”.

A fine aprile anche uno dei disegnatori della rivista, Luz – autore della copertina con la la scritta “Je suis Charlie. Tout est pardonne” pubblicata dopo l’attentato – aveva dichiarato di non voler più fare satira sull’Islam: “Non mi interessa più, sono stufo, come sono stufo della caricatura di Sarkozy. Non passero’ la mia vita a disegnarlo…”.

today.it



   

 

 

2 Commenti per “Vince il terrorismo islamico, Charlie Hebdo: “Mai piu’ vignette su Maometto””

  1. Quindi i morti sono morti invano…beh che coerenza la vostra. Loro giocano sulla paura e voi ci siete cascati appieno…spero che i defunti vi faranno visita molto presto!!

  2. L’editore di Charlie Hebdo ora è un “mediorientale” c’è un patto di alleanza tra “mediorientali”.
    Comunque è sufficiente la lettura del corano per irridere e screditare Maometto, ammesso che sia mai esistito.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -