Pakistan: 12enne cristiana venduta e stuprata da un 55enne musulmano

piange

 

Tarfa Younis è una ragazza cristiana di 12 anni, orfana, che è stata venduta e stuprata da un 55enne musulmano. Come riferisce a Fides l’organizzazione “The Voice”, fondata e diretta dall’avvocato Aneeqa M. Anthony, “il fenomeno di stupro e matrimonio forzato di ragazze cristiane continua nel Punjab (Pakistan), specie nelle aree sub-urbane”.

Tarfa Younis, rimasta orfana nel 2005, è stata sotto la responsabilità dei due fratelli maggiori Shamaun e Asif. Costoro un anno fa l’hanno venduta al musulmano 55enne Bashir, il quale ha fabbricato un falso certificato di matrimonio e ha iniziato a stuprare regolarmente la bambina. Anche suo nipote Arshad ha iniziato a violentare Tarfa, che è rimasta sotto sequestro e ha continuato a subire percosse.

Un giorno la bambina è riuscita a fuggire e, grazie all’aiuto di un passante, a rifugiarsi a casa dello zio paterno che ha denunciato il caso alla polizia. Ora Tarfa è stata affidata ai servizi sociali e l’organizzazione “The Voice” sta seguendo il caso fornendo assistenza legale. Bashir e suo nipote sono in carcere, mentre i fratelli di Tarfa, Shamaun e Asif, sono fuggiti e vengono ricercati dalla polizia. (PA) (Agenzia Fides 23/7/2015)



   

 

 

1 Commento per “Pakistan: 12enne cristiana venduta e stuprata da un 55enne musulmano”

  1. Ma che devono dire queste stronzette di sinistra. Ricordo le loro stupide manifestazione di emancipate, e quando gridavano l’utero è mio e me lo gestisco io, oppure, se non ora quando? Poi alla fine finiva tutto in una orgia, queste femministe non hanno mai avuto (al maschile , le palle) spina dorsale.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -