I jihadisti di Brescia e il disprezzo per gli amici italiani, usati come copertura

“Degli sfigati sempre al bar”: cosi’ Waqas e Briki, i due arrestati stamane nell’ambito del blitz antiterrorismo della Procura di Milano, vedevano gli italiani, anche quelli che li consideravano ‘amici’.

jihadisti-brescia

In alcune conversazioni intercettate parlano di come integrarsi nella societa’ italiana per portare a termine i loro propositi, “come suggerito dal famoso manuale ‘Come sopravvivere in Occidente’. “Per esempio io ho amici italiani – dice Waqas – io adesso ho lasciato non vado piu’ con loro, pero’ se io voglio uscire con loro… Andare al bar cosi’ tutti mi conoscono, anche altri italiani amici di amici… Pero’ loro sono sfigati sempre al bar cosi’…”.

Per quanto riguarda il bere bevande alcoliche Waqas racconta all’amico che ormai gli italiani hanno capito che lui e’ musulmano e non beve: “prima io due o tre volte sono andato con loro in discoteca pero’, perche’ loro bevono tanto, loro non possono guidare la macchina, mi dicono che tu non bevi e tu guidi la nostra macchina (….), io ho pensato cosi’ che va bene uscire con loro, guidare la macchina anche se incontro la poliziaO magari se qualche giorno succede qualcosa loro dicono no lui sempre esce con noi, lui e’ bravo!“. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -