Tre sacerdoti uccisi in sei giorni. Venezuela: francescano ucciso e bruciato

Non si ferma l’orrore della violenza criminale contro i sacerdoti. Ieri in Venezuela e’ stato trovato il cadavere del francescano Alex Pinto, scomparso mercoledi’ scorso. A trovare il corpo bruciato del sacerdote – riferisce il Sismografo, sito aggiornato in tempo reale sull’attivita’ della Santa Sede -, due confratelli del francescano e agenti di polizia, mentre perlustravano la zona tra Ciudad Bolivar e Puerto Ordaz. Secondo le prime indagini, padre Pinto sarebbe stato ucciso con un colpo sparato a bruciapelo alla testa. Padre Pinto svolgeva numerose attivita’ pastorali nella chiesa di San Francesco d’Assisi e nella parrocchia ‘Vista Hermosa’ di Ciudad Bolivar.

  In pochi giorni, tra il 14 e il 20 luglio, sono stati uccisi tre sacerdoti: uno in Colombia, uno in Spagna e ora in Venezuela. Nel 2015 gli agenti di pastorale uccisi sono 11: 4 in America, 3 in Europa, 3 in Africa e uno in Asia. I sacerdoti uccisi sono 9 dall’inizio dell’anno. A cio’ si devono aggiungere una religiosa del Sudafrica e un operatore della Caritas (Siria). Il continente americano, in particolare l’America Latina, si conferma come una delle regioni piu’ pericolose per gli evangelizzatori. I sacerdoti uccisi in Paesi latinoamericani, in sette mesi sono 4: due in Colombia, uno in Messico e uno in Venezuela. (AGI) .



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -