Senza assicurazione provoca lieve incidente stradale, si impicca in ospedale

Dramma in una medicheria del pronto soccorso del Santa Maria della Misericodia martedì sera.
Un uomo di 45 anni è stato trovato impiccato, scrive il Messaggero. Da una prima ricostruzione della polizia che conferma l’episodio, l’uomo è arrivato al Pronto soccorso dopo un incidente per una semplice medicazione. Quando è arrivato il suo turno, gli infermieri non lo hanno più visto. Lo hanno cercato e lo hanno trovato morto, impiccato con il cavo di un computer.

In ospedale è arrivata una volante della polizia e la scientifica per i rilievi di legge. La sua auto era senza assicurazione.
L’uomo, nel tardo pomeriggio, a bordo della sua utilitaria aveva tamponato un Suv. Un incidente banale che gli era costato una piccola abrasione. Sul posto dell’incidente una pattuglia della polizia municipale e l’ambulanza del 118 che ha portato l’uomo in ospedale. Poi l’assurda tragedia.

A poche ore di distanza dal drammatico gesto sembrano ormai essere chiari i motivi che hanno spinto l’operaio perugino di 45 anni a togliersi la vita. In base alle indagini svolte dagli agenti della Questura di Perugia sembrebbe che l’uomo non avesse provveduto al pagamento dell’assicurazione.

E’ bastato quindi il piccolo incidente con la sua auto a spingerlo verso il baratro. Impaurito, forse, per le conseguenze di quello che sarebbe potuto accadere, l’uomo ha deciso di prendere una corda e impiccarsi. Una storia drammatica e che al momento non trova altra spiegazione se non nella povertà. In Umbria sarebbero oltre 20mila gli automobilisti che circolano con la propria auto senza assicurazione.



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -