Enna: detenuto seviziato per un mese dai compagni di cella

Torturato per oltre un mese con l’acqua bollente della pasta, che gli gettavano sui piedi; e sulle ustioni spalmavano detersivi, sale, aceto. L’hanno stuprato, spento cicche nell’ano. E’ accaduto a un trentenne, in carcere a Enna per il furto di un motorino, seviziato dai cinque compagni di cella.

La vittima ha taciuto per paura di ritorsioni verso i suoi familiari. I cinque gli impedivano di uscire dalla cella nel timore che altri notassero le ferite. La procura ha aperto un’inchiesta. tiscali

E in un mese intero nessuno si è accorto di niente? Neanche le grida hanno sentito?



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -