Causarono la morte di un malato di cancro curandolo con bicarbinato, 2 medici a processo

Ci sara’ un processo a Roma per la morte di Luca Olivotto, il ventisettenne catanese malato di cancro al cervello deceduto tre anni fa in una clinica di Tirana dopo essersi sottoposto per due giorni a una terapia a base di bicarbonato di sodio. Lo ha deciso il gup Maddalena Cipriani che ha rinviato a giudizio Tullio Simoncini, medico radiato dall’Ordine, e un suo collaboratore, il radiologo Roberto Gandini, che avrebbe coadiuvato il primo nella somministrazione per via arteriosa delle dosi massicce della sostanza che ha poi condotto alla morte del giovane.

Secondo quanto ricostruito dalla procura, nell’ottobre del 2012 Olivotto ando’ in Albania, dove lavorava Simoncini, per sottoporsi a questa cura (al costo di 20mila euro solo in parte consegnati dalla famiglia), ma dopo due giorni di somministrazione endoarteriosa mori’ per una gravissima alcalosi metabolica. In una nota, l’avvocato Francesco Lauri, che con la collega Giovanna Zavota assiste la famiglia Olivotto, ricorda che la consulenza medica disposta dalla procura “non lasciava adito a dubbi circa le cause della morte del ragazzo”.

Secondo i periti, infatti, “le manifestazioni cliniche cui ando’ incontro il paziente durante la degenza nella struttura “Universal Hospital Group” di Tirana sono riconducibili agli effetti sistemici prodottisi per effetto della somministrazione di bicarbonato di sodio, foriera di gravissima alcalosi metabolica ed infine dell’exitus“.

A Simoncini, oltre all’omicidio colposo, viene contestato anche il reato di esercizio abusivo della professione. “La circostanza che una simile pratica, tanto dannosa quanto scevra da ogni evidenza scientifica, sia stata avallata da un medico “ufficiale” lascia francamente sconcertati ? conclude la nota ? e andra’ approfondita nella sede piu’ opportuna, ovvero il dibattimento”. agi



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -